lunedì 24 novembre 2014

E' STATA UNA BELLA GIORNATA


Diciamolo subito: la Turin Marathon è stata una bella giornata, come ha riassunto Bruno durante il nostro ritorno.
Partiamo prima dell’alba in tre; Bruno, Peppino ed il sottoscritto. Il treno ci porta direttamente nel cuore della città che si sta svegliando. Gli ultimi preparativi dell’organizzazione sono ancora in corso. Dopo aver ritirato i pettorali siamo pronti a dare il meglio delle Salamelle in questa gara. La partenza da piazza Castello è emozionante, con tutta la folla che ci incita. Il percorso della maratona ci fa girare Torino e città limitrofe. Voglio citare l’esempio di Nichelino, perché sono stati esemplari. C’era tanta gente per strada ad incoraggiarci, con tanto di banda comunale, cori in costume e batteristi di strada. Magnifico poi anche il passaggio davanti al palazzo di Stupinigi e l’area circostante. Rientriamo a Torino e l’atmosfera si guasta un po' grazie ai soliti cori di clacson che ci accompagnano in molti punti. E’ la solita storia.
La sofferenza inizia intorno al solito muro dei 30 chilometri. Teniamo duro e alternando qualche breve camminata alla corsa finiamo tutti. L'arrivo è emozionante. Attraversiamo le due piazze principali della città, accolti dall'ultimo applauso. Ci abbracciamo orgogliosi, le foto con la meritata medaglia non devono mancare.
Rientriamo felici su un treno pieno di altri runner della zona, che come noi hanno passato una magnifica giornata.

Il Massi