SALAMELLANDO 2019

SALAMELLANDO 2019

NON POTETE MANCARE!  Credeteci... anzi venite,  così vedrete coi vostri occhi! PERCORSI PER TUTTI! Percorsi: km 7 - 11 - 14 - 17...

venerdì 19 febbraio 2016

I RINGRAZIAMENTI NON FINISCONO MAI


Sono passati 5 giorni dalla Salamellando e leggo ancora tanti, tantissimi commenti sulla corsa. Fantastico!!!! E la cosa bella è che i complimenti ci accompagneranno per tutto l'anno: quando incontrate una Salamella a una qualsiasi corsa so che non resisterete a dire "wow, complimenti per la vs gara". Succede tutti gli anni e la cosa non ci può che far piacere, quindi per favore, non smettete. 

E visto che si parla di ringraziamenti, mi ci metto anch'io! Mi sembra doveroso ringraziare chi, 7 anni fa, ha creato i percorsi che sono tanto apprezzati oggi come allora: Erre e Gianni! Non voglio fare la melanconica che apprezza solo il passato, ma mi sembra opportuno ricordare che senza questi due eroi che hanno percorso e ripercorso più volte campagne e boschi del Ticino per provare, misurare, tracciare su carta, riprovare e rimisurare (perchè si sa, i podisti e i GPS sono precisi!!!) , la Salamellando non sarebbe stata la corsa che è oggi, tanto apprezzata e rinomata! Quindi, sguardo entusiasta e proiettato al futuro verso l'8a edizione, ma dando sempre una sbirciatina umile e rispettosa al passato e a quello che abbiamo costruito insieme edizione su edizione, per migliorare sempre di più! :-)

Oltretutto i nostri eroi non hanno smesso di supportarci: Erre ha tracciato minuziosamente anche quest'anno i percorsi con Peppì, mentre Gianni ha corso i 12 km (lì avrà ricontrollati cm per cm? probabilmente si ;-))

Continuando con i ringraziamenti (ovviamente ripeterò qualcuno di quelli già fatti da qualcun altro, ma meglio essere ripetitivi piuttosto che dimenticarsi di qualcuno o di qualche gesto significativo)....

Innanzitutto sono molto contenta e orgogliosa del successo del #cuoresalamella: da brava markettara ho tirato fuori l'idea dal cilindro (@Della&Erre: dai alla fine i soldi per farmi studiare sono serviti a qualcosa....), ma a cosa serve un'idea se non c'è nessuno che si prodiga per realizzarla?!?! A nulla!!!! Ed ecco quindi il vero ringraziamento va a Giorgy e Papà Zazza che hanno preso le misure, disegnato, stampato, tagliato, segato, provato, riprovato e alla fine hanno dato vita all'opera d'arte che ha strappato tantissimi sorrisi!!! Grazie mille! <3

Che dire d'altro? Mi sono piaciuti un sacco il "ristoro di Fido" ideato da Betty&Miriam per il ristoro alla Cascina Gaianella, il cartello "Coraggio" creato da Gigi per incitare i podisti giunti ahimè alla salita infame a pochi km dalla fine, Ambro che condivide il thè del suo thermos (portato da casa) con il podista 81 enne che ha camminato sulla 21km (un mito!!!), Frog che si è messa la cuffia identificativa a forma di ranocchia per chiarire ogni equivoco ma senza farsi abbindolare dai furbetti che puntavano alla borsa gastronomica senza aver pagato il biglietto, Tony che ha diretto il ristoro con le "sue" instancabili "spalmatrici" di Nutella/marmellata e le distributrici/distributori di Salamelle (anche loro sempre attenti a non farsi abbindolare!), Bruno S che non perde attimo a immortalare i momenti importanti con la sua fidata Canon, Verò che con la sua parrucca verde fluo mi ha spinto ad acquistare i boa di piume verdi per animare il ristoro e Ale D che è diventato il paladino della raccolta differenziata più temuto dai podisti!

Ma anche chi ha presidiato il percorso nonostante la pioggia, il freddo e la solitudine! Sulla strada del ritorno dalla San Donato ho incontrato solo Alex, Barbara, Aury, Principe e Lino ma chiedo venia perchè non conosco tutti i nomi degli altri presidiatori. Un grande GRAZIE a tutti voi perchè penso che il compito più difficile di tutti sia proprio il vostro! Avere sempre il sorriso sulle labbra e una parola di incoraggiamento per i podisti quando si è dispersi nella nebbia e nelle campagne del Ticino non è assolutamente facile!!

Grazie anche a Gian che al posto di un telefono ha avuto a casa una bomba a orologeria che squillava in continuazione elargendo iscrizioni e svariate domande sulla corsa, il meteo, il fango, i mezzi pubblici etc...

Grazie a chi a causa dell'influenza non è potuto esserci, ma ci ha pensato tanto e supportato da casa (e l'anno prossimo mi raccomando.... vaccino per tutti!!!!)

Grazie a Principe che ha proposto la Trattoria per il pranzo salamellico post-gara: ottima location, ottimo menù, fantastica atmosfera salamellica! Perchè come si dice da me in ufficio "Work hard, play hard , celebrate harder!". E le Salamelle, si sa, sono bravissime a festeggiare!

I ringraziamenti personali vanno poi a:


Cecilia, la partecipante più giovane (6 mesi!!) che è venuta a trovarmi al ristoro con mamma Viola e zia Gaia! E in questo caso concedetemi la citazione.... "La forza salamellica scorre potente in te, giovane Cecilia!!! (tra qualche anno voglio vederti con la maglia verde!!!).

Mauro, giunto da Berlino appositamente per la Salamellando!!! E' stato bellissimo rivederti dopo anni!!!! E ovviamente io e Zazza stiamo già controllando i voli per fare un salto su da te ;-)

I proprietari della Cascina San Donato, senza i quali saremmo persi al ristoro!!

i volontari dell'Anffas, della Croce Azzurra, della Cappelletta e i mitici fotografi di Vedute d'Autore

gli storici Avis che 7 anni fa ci hanno "caldamente invitato" a organizzare la Salamellando e che ci supportano da allora: Antonia, Mau, Pep, Spinoni, Ettore e chi più ne ha più ne metta. Grazie ancoraaaaaaaaaa :-)

....Beh se siete arrivati a leggere fino a qui, a questo punto ringrazio anche voi per la pazienza e tutti i podisti che hanno sgambettato e compiuto l'impresa anche quest'anno! 

E chiedo nuovamente scusa a quanti non ho nominato ma che hanno collaborato a rendere grande e indimenticabile anche questa Salamellando ;-)

Grazie a tutti voi, perchè avete dimostrato ancora una volta di avere un grande #cuoresalamella

Guaz ;-)

ps: ne approfitto per riportare qui il commento degli amici QDR:

BEL GRUPPO DI QDR & FRIENDS ALLA SALAMELLANDO

Siamo tornati anche quest'anno alla Salamellando con un discreto gruppo di QDR & Friends, infatti ben 20 iscritti più due che si sono aggiunti solo all'ultimo: sempre una bella corsa, organizzata molto bene con ottimi ristori, buone segnalazioni e tanti addetti sul percorso, persone simpatiche e disponibili. Le previsioni del tempo non promettevano niente di buono ma alla fine possiamo dire che è andata bene con una pioggerella che alla fine non ha guastato nè tantomeno compromesso i nostri piani: infatti chi doveva allungare di qualche chilometro rispetto alle distanze proposte non ha avuto problemi. Bravissimi Alessio con 32 km e Lamberto con 28; io insieme a Fabio e Graziano abbiamo portato a casa un supplemento di circa 6 km rispetto alla 21 del percorso proposto, distanza percorsa da buona parte del gruppo, bravi anche coloro che si sono limitati alla 12 km. Al nostro trio si è unito per una buona parte del percorso anche l'amico Andrea con il quale il tempo è passato in fretta grazie ad una bella chiacchierata in corsa! Mitika come sempre, una istituzione per la Salamellando, la Ele ... la ragazza sandwich con cartellone, quest'anno anche con un cuoricino grosso grosso visto che era San Valentino ... penso che tutti i partecipanti abbiano fatto la foto ricordo con lei, grazie ad Annalisa che immortalava chiunque passasse di lì e tutti coloro che volevano una foto ricordo con la Eli! Chiaramente anche noi abbiamo fatto la foto. Arrivederci al prossimo anno naturalmente e complimenti a tutto il gruppo per l'ottima organizzazione. Emilio QDR

Come ogni anno mi devo ripetere su questa manifestazione: voto 10 all'organizzazione, al premio finale, anche al percorso, perché, pur essendo misto, anche in caso di giornata piovosa come oggi, le strade sterrate prescelte hanno tenuto abbastanza bene e non si sono trasformate in sentieri fangosi. E' sempre una festa venire qui e trovare la solita simpatica accoglienza, e ritrovare le "vecchie" Salamelle con cui scambiamo baci ed abbracci. Venti e più QDR, alla fine premiati come 21mo gruppo, in mezzo agli altri amici, dal VTV a Locate, da Quinto Stampi a Vigevano, a Gravellona. Ritroviamo con piacere al bivio/ristoro tra 12 e 21km. l'ormai fissa Salamella/cartellone vivente che, ricorrendo oggi San Valentino, ci offriva una foto ricordo con cuore gigante che la "vecchia" (di militanza) salamella Annalisa scattava a tutti i podisti. Bisogna riconoscere che il gruppo delle Salamelle si è davvero evoluto in questi anni, è cambiato molto ma ha sempre mantenuto un alto profilo per l'organizzazione e la partecipazione alle manifestazioni. Solito percorso, tra le cascine e la campagna che ancora, per fortuna, domina il territorio, e il bel complesso del Mulino delle Monache col suo giardino. Da anni poi il premio finale è una borsa gastronomica completa di tutti gli ingredienti per un risotto: lo scorso anno Carnaroli per risotto con piselli e pancetta, quest'anno Arborio con fagioli e pasta di salame, incluso il quartino di vino e cipolla. Anche queste sono attenzioni di classe, al confronto del quasi abituale anonimato delle solite borse gastronomiche o delle bottiglie di vino. Ai ristori poi il brodo per il presidente (ad onor del vero al terzo ristoro non c'era, purtroppo), che è stato gradito non solo da me, ma da molti altri "maturi" podisti. Anche il cesto per il gruppo, con prodotti del commercio equo-solidale, sottolinea la cura dell'organizzazione per ogni particolare. Ovviamente il coach Enrico24 si è catapultato (si fa per dire) per il ritiro del cesto. Manifestazioni così ti fanno dimenticare la pioggia che ci ha accompagnato dall'inizio alla fine. Grazie anche quest'anno, Salamelle. E complimenti per il panino con la vera salamella. Ci prenotiamo per il 2017. Gianni QDR

http://www.quellidirozzano.it/Archiviotesti/Anno2016/Febbraio2016/tabid/649/Default.aspx